Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Una donna
mi ha dato da bere

· Preparato in Brasile il sussidio per la prossima Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani ·

«Io sono l’acqua della vita: ho sete. Io sono il pane della vita: ho fame. Ancora vivo qui in mezzo al mio popolo che soffre e muore. Restituisco le forze, faccio parlare il silenzio. La donna mi ha dato da bere. Voglio essere per te acqua viva, pane di solidarietà, di comunione e di bellezza». Questa intensa preghiera latinoamericana sintetizza i contenuti della prossima Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, che come sempre si terrà dal 18 al 25 gennaio. Il sussidio, preparato in Brasile, s’intitola Dammi da bere, prendendo spunto da un passo del Vangelo (Giovanni, 4, 7), e propone l’incontro di Cristo con la samaritana come icona dell’amore che abbatte ogni separazione dovuta a fattori confessionali, etnici o culturali, come paradigma della misericordia capace di trasformare in ardente discepola e missionaria anche la donna che aveva avuto cinque mariti.

La prima redazione del testo è stata curata da un gruppo di lavoro scelto dal Consiglio nazionale delle Chiese cristiane del Brasile (Conic). L’elaborato poi è stato riveduto dalla Commissione internazionale nominata dalla Commissione Fede e costituzione del Consiglio ecumenico delle Chiese e dal Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani.

Donatella Coalova

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 gennaio 2020

NOTIZIE CORRELATE