Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Dall’emozione
alla conversione

· Il presidente dei vescovi del Paraguay sulla visita del Pontefice ·

Francesco in preghiera davanti all’immagine della Vergine di Caacupé (11 luglio 2015)

Ho molto care le parole pronunciate da Francesco l’11 luglio a Caacupé, a proposito della religiosità paraguaiana incentrata su Maria Santissima, venerata qui nel suo santuario. Il nostro amore per Maria ci deve portare ad amare molto di più Gesù.

La visita del successore di Pietro ha portato grande gioia e molta pace. C’è da sperare che il risultato sia il rinnovamento profondo dell’episcopato e di tutta la Chiesa del Paraguay; che si passi dall’emozione alla conversione.

Il Pontefice ci ha affidato un grande compito, incoraggiandoci perché Chiesa e Stato lavorino insieme. La Costituzione nazionale paraguaiana è chiara in questo senso: autonomia e collaborazione tra Stato e Chiesa. E si è visto che questo è stato messo in pratica molto efficacemente in occasione del viaggio papale. Il risultato è sotto gli occhi di tutti.

di Claudio Giménez Medina, Vescovo di Caacupé

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE