Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Dalla terra alla storia

In quasi seicento pagine, illustrate da oltre duecento immagini (tra fotografie, disegni, piantine) con una buona bibliografia e un utilissimo indice, l’archeologo Paolo Matthiae racconta mezzo secolo di indagini nel Vicino e Medio oriente (Dalla terra alla storia. Scoperte leggendarie di archeologia orientale, Torino, Einaudi, 2018, pagine XXV + 567, euro 48), ma con antecedenti che risalgono alla metà dell’Ottocento. Ecco dunque succedersi nella limpida narrazione l’Egitto dei faraoni, definito «la più antica nazione della storia», la città di Ebla e i suoi archivi reali a cui lo studioso italiano ha legato il suo nome in una Siria ricchissima di civiltà ma ora devastata da una guerra spaventosa, poi Troia, e ancora l’Assiria e Babilonia, fino a Gerusalemme, «di un’atmosfera, di una suggestione, di un fascino senza uguali» e alla distruzione del Tempio di Salomone. Nella consapevolezza che le scoperte archeologiche sono comunque sempre premessa delle indispensabili interpretazioni da parte degli storici. (g.m.v.)

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE