Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Dalla parte dei campesinos

· Una polizia rurale tutelerà le zone più colpite dal conflitto in Colombia ·

Una volta raggiunto un accordo di pace tra il Governo di Bogotá e le Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc), sarà istituita una polizia rurale per garantire la sicurezza e per consolidare lo sviluppo delle regioni colombiane più colpite dal conflitto civile, quelle appunto rurali. 

 Un contadino colombiano al lavoro

Lo ha annunciato ieri il presidente Juan Manuel Santos in visita a Parigi, specificando che la nuova forza di polizia prenderà a modello proprio la Gendarmeria francese. Diversi osservatori hanno sottolineato che la nuova forza di polizia colombiana non dovrebbe suscitare la diffidenza degli ex guerriglieri, come potrebbe verificarsi invece mantenendo nelle aree rurali un massiccio schieramento dell’esercito. I vertici di quest’ultimo, infatti, durante i decenni passati sono stati più volte accusati di connivenza con gli interessi dei proprietari terrieri, nazionali e stranieri, oltre che con le cosiddette autodifese unite della Colombia, le milizie di estrema destra responsabili di brutali stragi di contadini.

E sempre sul piano dell’assistenza ai contadini, il presidente Santos ha giudicato rilevante la cooperazione francese per la creazione di scuole agrarie per consentire ai campesinos di sfruttare al meglio la produttività delle proprie terre ed evitare che le abbandonino per andare in cerca di nuove opportunità nelle aree urbane più popolate.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE