Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Dal cuore dell’America

Elogio della donna paraguayana: dal «cuore dell’America», così chiamato «non solo per la sua posizione geografica, ma anche per il calore delle sue genti» — ultima meta del viaggio apostolico — Francesco ha chiesto che Dio benedica le madri e le mogli di questo popolo, «le più gloriose» del continente. Nel primo discorso pronunciato ad Asunción, il Papa ha anche definito «fratelli» i paraguayani, rievocando gli emigrati che vivevano a Buenos Aires quando era arcivescovo e ai quali aveva donato la parrocchia della Virgen de los Milagros di Cacaupé.

Proveniente dalla Bolivia, dopo un paio d’ore di volo durante le quali ha attraversato lo spazio aereo dell’«amata patria argentina», a bordo di un velivolo dell’Alitalia, il Pontefice è atterrato allo scalo Silvio Pettirossi di Luque-Asunción.

Alla presenza di autorità dello Stato e degli oltre venti vescovi del Paese, si è svolta la presentazione delle delegazioni, per la gioia dei tanti fedeli presenti insieme con due cori: uno di bambini di Luque, la città aeroportuale, in tuniche bianche da chierichetti, e uno di indigeni. Il primo, dopo gli onori militari e il saluto alla bandiera, ha eseguito gli inni quando il Pontefice e il capo dello Stato si sono avvicinati al podio. Il secondo ha eseguito un canto in aché e guaraní, le principali lingue dei nativi, che qui costituiscono il 21 per cento della popolazione. Tereguahĕ poraite, Avare marãngatu, cioè “Benvenuto Santo Padre” gli hanno gridato mentre sui maxschermi scorrevano le immagini dell’arrivo del suo predecessore Giovanni Paolo II, che qui giunse ventisette anni fa, il 16 maggio 1988.

dal nostro inviato Gianluca Biccini

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE