Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Dai Paesi del Mediterraneo
impegno comune sull’immigrazione

· Appello dei ministri degli Esteri per impedire nuove tragedie e favorire maggiore integrazione ·

Resta alta l’attenzione sull’immigrazione in Europa. Su richiesta dell’Italia, ieri, nella dichiarazione finale diffusa dopo l’incontro tra i ministri degli Esteri dei Paesi mediterranei a Lisbona è stato inserito un emendamento in cui si deplorano «le perdite di vite umane nel Mediterraneo» lanciando così «un appello affinché tutte le parti coinvolte, in particolare l’Ue, adottino misure appropriate per impedire che tali tragedie si ripetano». I dieci ministri hanno deciso di convocare a Malta un vertice sulle migrazioni.Intanto, l’Oim (Organizzazione internazionale delle migrazioni) ha annunciato che, con l’arrivo ieri ad Augusta e a Pozzallo di altri 950 persone, soccorse in altro mare dalle autorità italiane, sono ormai oltre 38.000 gli immigrati che dall’inizio dell’anno sono arrivati in Sicilia.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE