Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Da laici in politica

· ​Il cardinale Ouellet apre la plenaria della Pontificia Commissione per l’America latina ·

«L’indispensabile impegno dei laici nella vita pubblica» dei Paesi latinoamericani. È il tema scelto personalmente da Papa Francesco per l’assemblea plenaria della Pontificia Commissione per l’America latina, apertasi lunedì 1 marzo in Vaticano.

La cattedrale di Bogotácapitale colombiana dove dal 27 al 31 agosto si svolgerà la celebrazione continentale del giubileo straordinario della misericordiapromosso dal Celam e dalla Pontificia Commissione per l’America latina

Nell’intervento introduttivo, il cardinale presidente Marc Ouellet ha sottolineato tre aspetti riguardanti il tema. Primo tra tutti, l’importanza di coinvolgere i laici nel dibattito e nella vita politica degli Stati latinoamericani. In particolare, ha riconosciuto che non spetta alla Chiesa «ordinare la società secondo giustizia per mezzo della politica, ma soprattutto ai laici cattolici», chiamati ad agire «sotto la propria libertà e responsabilità, guidati dal patrimonio della dottrina sociale della Chiesa».

Ricordando la composizione dell’assemblea plenaria, il porporato ha fatto notare come i vescovi sappiano bene di non avere la vocazione al potere, consapevoli della necessità di non affidare la salvezza alla politica e di non lasciarsi intrappolare nei maneggi della politica. La loro missione, dunque, non ha a che fare con il protagonismo attivo nella prassi politica. Ciò non significa, tuttavia, che essi devono disinteressarsi di questo ambito e non compromettersi nella costruzione di una convivenza civile e sociale più umana per tutti.

Proprio considerando la specifica composizione dell’assemblea, il cardinale ha riferito che sono stati invitati in via eccezionale tre laici cattolici, di diverse esperienze e competenze nella vita pubblica, perché portino la loro testimonianza e partecipino al dibattito. Ha poi anche annunciato che il Consiglio episcopale latinoamericano (Celam) e la Pontificia Commissione hanno in progetto di convocare per la prima volta un incontro latinoamericano tra vescovi e laici cattolici che abbiano responsabilità politiche in ambito governativo, parlamentare o amministrativo nazionale e locale. In questo modo, i contributi al dibattito e le raccomandazioni dell’assemblea avranno un seguito sia a livello delle varie nazioni, sia a livello continentale.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE