Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Da Anna un saluto a Benedetto

«È Cristo che ci fa sentire a casa dovunque, tutti fratelli perché figli dello stesso Padre, e ci aiuta a sperare, vincendo paure, diffidenze e incomprensioni»: con forte convinzione centosessanta giovani africani che vivono a Verona hanno raccontato a Papa Francesco il loro impegno di integrazione «senza perdere però — hanno spiegato — la nostra identità, la nostra cultura che affonda le sue radici nella fede cristiana».

Vengono quasi tutti da Nigeria e Ghana e fanno capo alla chiesa di San Giacomo. Punti di riferimento di questa comunità cattolica africana nel cuore di Verona sono don Cornelius Ekubelem e suor Mariapia Ciurletti, una religiosa comboniana che nella sua Verona continua a darsi da fare per i suoi amici africani. «Sono immigrati — dice — che soffrono ogni giorno fatiche e pressioni forti per i lavori pesanti che sono costretti a fare, ma anche per la mancanza di occupazione». In effetti, insiste suor Mariapia, «abbiamo ogni giorno a che fare con sfratti, bollette da pagare e anche con tante umiliazioni sulla strada dove chi non ha un lavoro cerca di racimolare qualcosa». Ma, assicura la religiosa, «sono donne e uomini con una fede forte che non si sottraggono all’impegno dell’inculturazione, cercando di fare in modo che il colore della loro pelle non li faccia mai più sentire diversi».

«Salutami Papa Benedetto!». La schietta richiesta di Anna, dodici anni, affetta da una disabilità intellettiva, venuta da Alberobello, ha profondamente commosso Francesco che ha stretto a sé la bambina e ha subito chiamato accanto a sé l’arcivescovo Georg Gänswein, prefetto della Casa Pontificia, per chiedergli di far giungere il tenero saluto al Papa emerito.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE