Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Cure, acqua e cibo per le popolazioni del Corno d’Africa

· L’appello di Benedetto XVI durante l’udienza generale in piazza San Pietro ·

Un appello alla comunità internazionale perché continui il suo impegno in favore delle popolazioni del Corno d’Africa è stato lanciato da Benedetto XVI al termine dell’udienza generale di mercoledì 5 ottobre, in piazza San Pietro. In precedenza il Pontefice aveva dedicato la catechesi al Salmo 23: un testo «tutto pervaso di fiducia», in cui il salmista «esprime la sua serena certezza di essere guidato e protetto, messo al sicuro da ogni pericolo, perché il Signore è il suo pastore». Di seguito l’appello pronunciato dal Papa.

Non cessano di giungere drammatiche notizie circa la carestia che ha colpito la regione del Corno d’Africa. Saluto il Cardinale Robert Sarah, Presidente del Pontificio Consiglio «Cor Unum» e Mons. Giorgio Bertin, Amministratore Apostolico di Mogadiscio, presenti a quest’udienza insieme ad alcuni rappresentanti di organizzazioni caritative cattoliche, che si incontreranno per verificare e dare ulteriore impulso alle iniziative tese a fronteggiare tale emergenza umanitaria. Parteciperà all’incontro anche un rappresentante dell’Arcivescovo di Canterbury, il quale ha pure lanciato un appello in favore delle popolazioni colpite. Rinnovo il mio accorato invito alla Comunità Internazionale perché continui il suo impegno verso quei popoli e invito tutti a offrire preghiere e aiuto concreto per tanti fratelli e sorelle così duramente provati, in particolare per i bambini che ogni giorno muoiono in quella regione per malattie e mancanza di acqua e di cibo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE