Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Curare senza accanimenti

· Il Pontefice raccomanda vicinanza e proporzionalità delle terapie ·

Younju Jung, «The end of the life»

«Se sappiamo che della malattia non possiamo sempre garantire la guarigione, della persona vivente possiamo e dobbiamo sempre prenderci cura: senza abbreviare noi stessi la sua vita, ma anche senza accanirci inutilmente contro la sua morte». È quanto ha ribadito Papa Francesco, sottolineando l’importanza della medicina palliativa, nel messaggio inviato ai partecipanti al meeting regionale europeo della World medical association sulle questioni del fine-vita, in corso dal 16 al 17 novembre nell’aula vecchia del Sinodo.

Il messaggio del Papa

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 luglio 2018

NOTIZIE CORRELATE