Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Cupole d’oro nel cielo di Madrid

· Quasi ultimata la costruzione della chiesa ortodossa russa di Santa Maria Maddalena ·

Con l’installazione, una settimana fa, della cupola centrale, la chiesa ortodossa di Santa Maria Maddalena, in costruzione a Madrid, ha ormai assunto il suo aspetto definitivo. La conclusione dei lavori è prevista per la fine del mese di aprile, giusto in tempo per consentire la celebrazione dei servizi divini della Settimana santa e della Pasqua, che, per coloro che seguono il calendario giuliano, quest’anno è fissata al 5 maggio. Come ha dichiarato il rettore della chiesa, l’arciprete Andrey Kordochkin, già parroco della Natività di Cristo a Madrid, la costruzione è stata effettuata da ditte spagnole con il sostegno attivo del fondo di beneficenza «Transsoyuz» delle Ferrovie russe.

La croce della prima cupola dorata era stata benedetta il 7 febbraio scorso da Nestor (Sirotenko), vescovo della diocesi di Korsun (o Chersoneso), che raggruppa le parrocchie del Patriarcato di Mosca in Francia, Spagna, Svizzera e Portogallo. Era stato invece lo stesso Kordochkin, il 19 marzo, a benedire le tredici campane installate nel luogo di culto. «Non si costruisce una chiesa solo per quelli che vi verranno a pregare ma anche come testimonianza per coloro che si trovano fuori dal tempio e fuori dalla Chiesa», ha detto il rettore.

Santa Maria Maddalena sorge lungo la Gran Vía de Hortaleza, nella zona nord-orientale della città, vicino al quartiere di Pinar del Rey, ed è la prima chiesa ortodossa costruita nel tipico stile architettonico russo nella capitale spagnola. Potrà ospitare al massimo quattrocento persone. A fianco vi sorge un edificio che ospiterà l’alloggio per il clero e sale per i fedeli. Fino a ora la parrocchia celebrava i riti liturgici in un piccolo locale adattato per il culto.

Secondo statistiche ufficiali, vivono in Spagna circa 34.000 russi, 70.000 ucraini e 3.000 bielorussi; piccole comunità ortodosse russe si trovano in una dozzina di città spagnole (alcune parrocchie celebrano i servizi liturgici in edifici “prestati” dai cattolici). Santa Maria Maddalena è anche la prima chiesa del Patriarcato di Mosca costruita in pietra nel Paese iberico; ad Altea, a nord di Alicante, sorge la chiesa di Michele Arcangelo, di legno, benedetta nel novembre 2007 da Cirillo, all’epoca presidente del Dipartimento per le relazioni esterne e oggi Patriarca.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE