Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Cruenti scontri
nello Yemen

· Tra forze lealiste e ribelli huthi ·

Si intensificano i combattimenti nello Yemen. Le truppe lealiste del presidente Abd Rabbo Mansour Hadi hanno conquistato dopo cruenti scontri una città portuale nel nord-ovest del Paese, controllata finora dai ribelli huthi. Il generale Adel Al Qumairi, comandante della quinta regione militare, ha affermato: «Abbiamo il completo controllo della città e del porto di Midi, compreso il suo storico castello» sul Mar Rosso. I ribelli huthi hanno in passato utilizzato questo strategico porto per fare giungere armi alle loro roccaforti nel nord dello Yemen. Intanto, mentre la coalizione guidata da Riad che sostiene le truppe lealiste ha intensificato i raid nel Paese, colpendo obiettivi dei ribelli anche nella capitale Sana’a, gli huthi dal canto loro hanno sparato colpi di cannone contro il sud dell’Arabia Saudita uccidendo tre civili, tra cui un bambino.

Nel frattempo, lo Yemen ha informato le Nazioni Unite di voler revocare l’espulsione di un alto rappresentante dell’Onu per i diritti umani, George Abu Al Zulof.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE