Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Via Crucis
in metropolitana

10. Decima stazione 
Casal Bernocchi — Centro Giano 
Gesù è spogliato delle vesti 

La sera già incombe e siamo arrivati
a un'altra stazione, che porta a due luoghi:
Centro Giano d’un lato
e dall’ altro il Casale Bernocchi.
Quartieri che sono paesi con storie passate,
ma si aprono a zone recenti, moderne,
palazzi e giardini con nuove famiglie
arrivate da poco. Da Roma e dal mondo.
Giano richiama il dio con due facce,
che guarda al passato e al futuro,
come queste zone antiche e moderne.
Un dio che alle porte di casa guardava,
semmai controllava, chi entrava e chi usciva.
È il dio dei passaggi che bene si addice
al passaggio di un treno, dell’uomo,
che parte e che torna.
Era il modo col quale ai pagani piaceva
Pensare la pace a cui il cuore aspira.
Ogni cuore.
Ma il cuore dell’uomo, come spesso succede,
porta ad essere ambigui, bifronti, inuguali.
Il cristiano non ha proiezioni di sé,
ma è accoglienza dei doni di Dio.
E nel corpo di Cristo spogliato
vede l’unico Volto, Amore
che passa tra il Padre ed il Figlio nel Soffio Vitale.
Un Dio, tre Persone, che ama d’amore infinito
che scende dal cielo, nel Figlio, per me,
Cristo obbediente è spogliato e rimane
con l’unico volto di tutto il dolore dell’uomo.
Nudo riveste di Grazia l’uomo perduto,
finito, abbattuto. Per renderlo Nuovo.
La gente che vedo salire o che scende
o che prende la via del ritorno
non sa che stasera il Signore l’avvolge,
com’era già ieri e come sarà domattina.
Nel buio dei cuori, mi piace pensare che
in tutte le chiese antiche e moderne di questo settore
rimanga l’impronta di un prete
che ancora una volta riveli quel Volto,
e si faccia fratello di tutti: Carità che veste di Luce(1).

di Paolo Ricciardi
Vescovo ausiliare di Roma

----------------------------------------------------------------------

1 - È una dedica a don Luigi Di Liegro, fondatore della Caritas diocesana di Roma, che per venti anni operò nella parrocchia di Santa Maria del Ponte a Centro Giano.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE