Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Via Crucis
in metropolitana

Quarta Stazione 
Garbatella 
Gesù incontra sua Madre 

La metro percorre di nuovo un suo tratto
ed è Garbatella, quartier popolare.
Mi immagino ancora le mamme
che chiamano i figli dall’alto,
mani dischiuse e finestre, odori di cibo,
di pane, di pizza, di panni distesi,
la semplice vita di gente che vuol camminare,
malgrado le prove.
Atti d’amore minimi o immensi,
convivono insieme con atti violenti,
piccoli o infami di vita “malata”.
Garbatella è il nome di ogni paese del mondo.
E in ogni paese del mondo
Gesù incontra sua Madre.
Un grido, due voci, un respiro d’amore
che rende il Figlio e Maria
un unico abbraccio, malgrado il dolore.
Tra vie popolari, le case, il mercato,
tra la vita di allora e di ora,
c’è uno sguardo materno che accoglie
e che coglie l’Amore.
Anche in questo vagone di gente ammassata,
di sguardi perduti in telefoni uguali,
di idee più confuse nel giorno che muore...
in tutti, per tutti, una madre nel cuore,
che guarda, che sprona, che prega.
Non cerco riprese di fiction (1),
inganni falsati di questo momento.
È certo: lì sopra e qui sotto
c’è senza alcun dubbio anche ora
una madre che offre a suo figlio un sorriso.
E questo già apre a una sana allegria,
e tutto profuma del Suo Paradiso.
E mentre rifletto su questo
una giovane donna allatta serena un bambino.

di Paolo Ricciardi
Vescovo ausiliare di Roma

--------------------------

1 - La Garbatella è stata resa famosa ultimamente da una fiction televisiva: I Cesaroni

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 aprile 2019

NOTIZIE CORRELATE