Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Croce Rossa sotto attacco
nello Yemen

· Presa d’assalto la sede dell’organizzazione ad Aden ·

Uomini armati non identificati hanno preso d’assalto ieri, nella città portuale di Aden, l’edificio che ospita la sede del Comitato internazionale della Croce Rossa (Cicr), e tenuto sotto tiro il personale. In conseguenza di quest’azione, quattordici membri dello staff internazionale dell’organizzazione umanitaria sono stati trasferiti e hanno lasciato il Paese, ha detto una portavoce dell’organizzazione umanitaria.

Militante delle truppe fedeli al presidente Hadi e che si oppongono ai ribelli houthi (Afp)

In Yemen il conflitto tra i ribelli sciiti houthi e le forze del presidente Hadi ha causato oltre 4000 morti. Oltre 21 milioni di persone hanno bisogno di assistenza. In un comunicato reso noto a Ginevra, il Cicr ha condannato «con fermezza» l’attacco, durante il quale automobili, contanti e attrezzature sono stati rubati. Per il momento — fanno sapere da Ginevra — le attività del Cicr, incluse la fornitura di cibo, acqua e cure mediche, continua nel resto del Paese, anche se con molte difficoltà. E una forte condanna all’attacco al Cicr è giunta anche dall’Unione europea. Lo ha riferito il commissario Ue alle crisi umanitarie, Christos Stylianides, che giudica questo tipo di attacchi «un affronto al diritto internazionale umanitario». Da parte sua, la Commissione europea «continua a fornire aiuti umanitari in tutto lo Yemen» e soprattutto alle persone «che soffrono a seguito del conflitto, ma anche della malnutrizione e dell’insicurezza alimentare».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE