Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Critiche internazionali al governo venezuelano

· Dopo la decisione del tribunale supremo di escludere la coalizione delle opposizioni dal processo elettorale ·

Dure critiche sono state espresse dalla comunità internazionale dopo la decisione del tribunale supremo di giustizia del Venezuela che, con una sentenza emessa ieri, ha ordinato al consiglio elettorale nazionale di escludere la coalizione dell’opposizione, raccolta nel Tavolo dell’unità democratica (Mud), dal processo di validazione per le elezioni presidenziali previste entro la fine di aprile.

«L’Ue deplora la decisione della corte suprema, che rappresenta una nuova e grave violazione del principio di elezioni eque» ha detto l’Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza comune, Federica Mogherini. «Ci rammarica profondamente anche che la recente decisione di organizzare le presidenziali in Venezuela, presa dall’assemblea costituente che l’Ue non riconosce, sia avvenuta al di fuori del dialogo nazionale». Anche diversi esponenti delle Nazioni Unite hanno espresso le stesse critiche.

Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha duramente contestato la «deriva» che sta prendendo la situazione politica venezuelana, e ha invitato altri paesi a mobilitarsi. «Auspico che i paesi che condividono i nostri valori e il nostro attaccamento ai diritti dell’uomo possano assumere misure e sanzioni» ha detto il capo dell’Eliseo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

12 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE