Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Cristo
ci è necessario

· Una raccolta di testi di Paolo VI curata da Leonardo Sapienza ·

In un libro esile e prezioso è custodito il cuore di Papa Montini innamorato del Signore. In queste poche pagine (Paolo VI, Gesù Cristo, a cura di Leonardo Sapienza, Monopoli, Edizioni Viverein, 2017, pagine 57, euro 4) sono infatti raccolti i testi dell’udienza generale precedente il lungo viaggio in Estremo oriente e in Oceania (25 novembre 1970), l’omelia della messa al Quezon Circle di Manila (29 novembre 1970) e una scelta di testi estratti dai discorsi del Pontefice tra il 26 gennaio 1964 e il 19 marzo 1978.

Aldo Carpi  «Primato di Pietro» (1968)

Alla vigilia del viaggio, Papa Montini dichiarava il suo umile e alto proposito: di recarsi laggiù — lui, piccolo uomo e apostolo — come pescatore di uomini, «cioè ricercatore di popoli e di gente del nostro globo e del nostro tempo», per annunciare Gesù, «il personaggio che sovrasta la scena del mondo e la occupa tutta là dove gli è fatta accoglienza, per una via distinta, ma non insolita al sapere umano, per via di fede».

Parlare di Gesù, per Paolo VI, fu insopprimibile anelito, urgenza impellente, grido dolce e fermo in ogni occasione possibile. La passione per l’umanità, per la Chiesa e per Cristo furono inseparabili nel cuore di Montini. Il suo colloquio interiore con Gesù, nel respiro dell’anima, si fa dialogo pubblico e annuncio: «Sei qui? Sei con noi? In questo mondo così evoluto e così confuso? Così corrotto e crudele, quando vuol essere contento di sé, e così innocente e così caro, quand’è evangelicamente bambino. Questo mondo così intelligente, ma così profano e spesso volutamente cieco e sordo» ai segni di Cristo è il luogo della sua presenza; qui, dove la Chiesa è il suo segno e strumento.

di Maurizio Gronchi

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 agosto 2018

NOTIZIE CORRELATE