Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Un altro copto ucciso dai jihadisti nel Sinai

· Un altro copto ucciso dai jihadisti nel Sinai ·

Cristiani ancora bersaglio della ferocia jihadista. Un cittadino egiziano copto è stato ucciso oggi ad al Arish nel nord del Sinai da un gruppo di miliziani del cosiddetto stato islamico (Is). Lo riferisce il quotidiano «Shorouk», secondo il quale si è trattatodi un’operazione dello stato del Sinai, gruppo affiliato all’Is. 

Gli aggressori hanno fatto irruzione nella casa della vittima, Kamel Abu Romani, proprietario di un negozio di articoli sanitari ad al Arish, e lo hanno ucciso a colpi di arma da fuoco per poi incendiare l’abitazione. L'uccisione di Abu Romani, la sesta di un egiziano copto in un mese, arriva a pochi giorni di distanza da un altro episodio ha coinvolto, un padre e suo figlio. Medhat Hana, 45 anni, è stato bruciato vivo mentre suo padre, Saad, 65 anni, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco dagli uomini di Al Baghdadi. I corpi, afferma l’Associated Press, sono stati ritrovati pochi giorni fa dietro una scuola nel centro di Al Arish. A causa di queste violenze circa duecento famiglie di cristiani copti hanno lasciato Al Arish nelle ultime due settimane. Quella copta è la più grande comunità cristiana del Medio oriente e rappresenta circa il dieci per cento della popolazione egiziana. Nel dicembre scorso, in un attentato contro una chiesa al Cairo, erano stati uccisi 27 fedeli copti. Pochi giorni fa in un video postato su internet l’Is ha annunciato una nuova ondata di violenza contro i cristiani. A confermare l’autenticità del video è stato il Site, organismo statunitense che monitora il terrorismo in rete.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

15 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE