Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Creare una società
sempre più umana

· La consegna affidata dal Pontefice alla comunità della Sophia University a conclusione del viaggio in Giappone ·

«Creare una società sempre più umana, più compassionevole, più misericordiosa»: Papa Francesco ha lasciato il Giappone a conclusione del viaggio apostolico in Oriente indicando un orizzonte di futuro alla popolazione di un Paese dove «l’efficienza e l’ordine» non sono in grado di dare risposte appaganti a quel «desiderio profondo» racchiuso nel cuore dell’uomo. Un desiderio che il Pontefice ha percepito durante le intense giornate trascorse in terra nipponica — dopo la prima parte della visita dedicata alla Thailandia — e al quale ha dato voce nell’ultimo appuntamento pubblico prima della partenza, avvenuta martedì 26 novembre dall’aeroporto di Tokyo. La cerimonia di congedo allo scalo della capitale è stata preceduta dall’incontro con studenti e docenti della Sophia University, dove Francesco ha pronunciato un discorso incentrato sulla missione delle istituzioni educative, chiamate a operare al servizio «della giustizia e del bene comune» per «trovare e diffondere la sapienza divina e offrire gioia e speranza» alla società di oggi. «Ringrazio tutto il popolo giapponese — ha detto prima di partire — per l’accoglienza che con tanta cortesia mi avete dato durante questa visita. Vi assicuro che vi porterò nel mio cuore e nella mia preghiera».

Visita alla Sophia University

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE