Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Per costruire ponti

· Messaggio del Papa per il Katholikentag ·

Con la lettura del messaggio di Papa Francesco, si è aperta, mercoledì sera, a Ratisbona, la novantanovesima edizione del Katholikentag in Germania. Nel messaggio, il Papa chiede soprattutto che «in questi giorni si impari gli uni dagli altri e si preghi per l’altro, in modo da utilizzare il Katholikentag come un costruttore di ponti nella Chiesa e nella società».

Il messaggio, firmato, in nome del Santo Padre, dall’arcivescovo Nikola Eterović, nunzio apostolico nella Repubblica Federale di Germania, sottolinea l’importanza della vocazione di ogni cristiano chiamato proprio a costruire ponti nelle relazioni umane e nel dialogo con gli altri sui problemi dell’uomo e sottolinea che il fondamento solido dal quale si deve cominciare a costruire sempre è Cristo. Ricordando l’inizio, cento anni fa, della prima guerra mondiale e arrivando poi della caduta del muro di Berlino del 1989, Papa Francesco evidenzia le tante sofferenze e le numerose separazioni che la storia ha causato sottolineando come «la gente però ha saputo riunirsi per pregare per la pace. Qui emerge la missione del cristiano: pregare e uscire per portare la buona novella agli altri. La preghiera — osserva Papa Francesco — è una strada a doppio senso, perché è un vero dialogo con l’altro» per il quale si prega e con il quale si prega.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE