Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Contro il traffico di vite umane

· Cristiani mobilitati nelle Filippine ·

Manila, 16. Una Giornata di preghiera contro il traffico di vite umane è svolta nei giorni scorsi a Manila. L’iniziativa — come riferisce l’agenzia AsiaNews — è stata promossa dal Movimento interreligioso filippino contro il traffico di vite umane (Pimaht), organismo 

sostenuto dalla Conferenza episcopale filippina, dal Consiglio nazionale delle Chiese filippine (Nccp) e dal Consiglio filippino delle Chiese evangeliche (Pcec). Un impegno, hanno spiegato i promotori dell’iniziativa, che si è reso ancora più urgente ed evidente negli ultimi mesi «a causa del devastante terremoto a Bohol e del super tifone Yolanda». All’iniziativa hanno aderito anche i responsabili della Caritas filippina (il National Secretariat for social Action - Justice and Peace, Nassa), secondo cui «è ancor più importante parlare del traffico di vite umane» quando il Paese è impegnato a «superare la catastrofe» causata da Yolanda. Difatti, una delle conseguenze più terribili delle calamità naturali e della conseguente povertà che ne deriva, è l’incremento di persone che finiscono nel racket criminale, siano essi donne o bambini rimasti orfani.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE