Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

La Caritas in soccorso
degli alluvionati del Bangladesh

· Dopo le gravi inondazioni che hanno devastato il nord del paese ·

Dacca, 26. Il nord del Bangladesh è alle prese con i gravissimi danni delle alluvioni che hanno colpito l’Asia meridionale dallo scorso 13 agosto. Immediato l’intervento della Caritas, che ha finora distribuito aiuti, in particolare riso e olio per cucinare, a quasi quattromila persone nella diocesi di Dinajpur. Oggi, sabato, sono partiti anche quelli per gli sfollati della diocesi di Rajshahi, circa 1500 famiglie, dove si è recato il vescovo Gervas Rozario, per portare conforto alle famiglie che hanno perso tutto. Con i suoi uffici regionali sparsi nelle otto diocesi del paese, Caritas Bangladesh ha subito organizzato i soccorsi. Tra Nepal, India settentrionale e Bangladesh si parla di oltre ottocento morti con ben sedici milioni di persone complessivamente colpite dalla catastrofe. In Bangladesh le aree più colpite sono il distretto di Kurigram, alcune zone della città di Dinajpur e le missioni di Mohespur e Nijpara. Alcuni villaggi sono stati letteralmente spazzati via da quella che viene definita come la più grave inondazione che ha colpito la regione da decenni a questa parte.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE