Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Confronto sulla Siria

· Kerry e Ban Ki-moon propongono un vertice internazionale il prossimo 18 dicembre ·

Diplomazia internazionale a confronto per cercare un’intesa sul futuro della Siria e sulla lotta contro il cosiddetto Stato islamico (Is). 

Il fumo dei bombardamenti  su Raqqa (Ap)

Incontrandosi ieri a Parigi a margine della Conferenza dell’Onu sul clima, il segretario di Stato americano, John Kerry, e il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, hanno reso nota l’intenzione di «organizzare un meeting a New York il 18 dicembre», anche se — hanno precisato — «questo dipende dal flusso di eventi nella prossima settimana». L’auspicio dell’Onu — ha sottolineato Ban Ki-moon — è che «si abbia una base solida e ferma in modo che il cessate il fuoco sia lanciato e il processo politico sia sviluppato». In Siria «è assolutamente necessario che, come concordato nel vertice di Vienna, ci sia un cessate il fuoco in tutto il Paese il piu presto possibile» ha detto auspicando il pieno contributo di tutte le parti in causa. Dubbi sull’opportunità di una nuova riunione sulla Siria sono stati invece espressi da Mosca. Intanto, questa mattina — come riferiscono media internazionali — i ribelli siriani hanno cominciato a lasciare la città di Homs dopo il raggiungimento di un accordo di cessate il fuoco con il Governo di Damasco.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE