Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Confronto positivo
a Washington

· Tra Kerry e la dirigenza palestinese ·

«Un incontro costruttivo». Così il segretario di Stato americano, John Kerry, ha commentato il confronto avuto ieri a Washington con i dirigenti palestinesi, gli stessi che siedono al tavolo dei negoziati con Israele. 

Edifici in costruzione nell’insediamento ebraico di Beitar Illit in Cisgiordania (Ansa)

«Si è discusso della situazione a Gaza, delle relazioni col Governo Netanyahu e degli ultimi sviluppi nella regione mediorientale», ha spiegato il portavoce del dipartimento di Stato, Jennifer Psaki. Uno dei nodi principali sui quali Kerry e i negoziatori palestinesi si sono confrontati è stato quello degli insediamenti.

Proprio ieri infatti la municipalità di Gerusalemme ha dato il primo via libera alla costruzione di 2.200 alloggi nel quartiere di Al Sawareh. Il progetto — in base a quanto riferisce la stampa — ha l’obiettivo di «rafforzare la sovranità israeliana a Gerusalemme est e di preservarne l’unità» come ha precisato il sindaco, Nir Barkat. «Siamo alle fasi iniziali del progetto — ha detto un consigliere municipale — nulla sarà edificato prima di otto anni».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE