Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Confronto necessario

· ​Dialogo strategico ed economico tra Washington e Pechino ·

Stati Uniti e Cina hanno aperto ieri sera a Washington l’annuale sessione del dialogo su temi di carattere strategico ed economico. 

L’incontro, definito «franco e diretto», è un’occasione importante per la gestione dei rapporti fra le due superpotenze, in un momento caratterizzato da tensioni riguardanti le isole contese del mar della Cina meridionale e le accuse di cyberspionaggio nei confronti di Pechino, ma anche da opportunità di collaborazione, come sul tema cruciale dei cambiamenti climatici. Ma il confronto fra Washington e Pechino si inserisce anche nel quadro delle difficoltà che l’Amministrazione statunitense sta incontrando per l’approvazione da parte del Congresso della Trans-Pacific Partnership, dalla quale nascerebbe una delle maggiori aree di libero scambio al mondo, con gli Stati Uniti e undici tra Paesi sudamericani e asiatici, con esclusione proprio del la Cina.

Fra gli altri temi di discussione l’accordo internazionale sul programma nucleare iraniano, la situazione in Iraq e Siria, i rapporti con la Corea del Nord e il futuro dell’Afghanistan. Agenda dunque fitta di argomenti, anche in vista della visita che il presidente cinese, Xi Jinping, compirà a settembre alla Casa Bianca. Sulla questione dei cambiamenti climatici clima, lo scorso novembre a Pechino, i presidenti Obama e Xi hanno annunciato un accordo in vista della conferenza di Parigi in programma per dicembre. L’intesa, definita storica e arrivata dopo mesi di trattative, punta a una riduzione delle emissioni.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE