Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Confitto culturale

· Tradotto in italiano «Come Rack! Come Rope!» di Benson ·

Enrico Reggiani recensisce la riproposizione in italiano di Vieni ruota! Vieni forca! (Verona, Fede e Cultura, 2013, pagine 448, euro 18,50) di Robert Hugh Benson (1871-1914). 

Proprio nella esplicita contrapposizione tra le «associazioni familiari della festa» della Natività prescismatica e lo «spettacolo di ombre senza senso o significato» inscenato nella Londra elisabettiana «da quando il cuore del Natale era scomparso» - scrive - trova alimento narrativo e testuale il conflitto culturale e simbolico rappresentato in Come Rack! Come Rope!. Sulle dissonanze teologiche, antropologiche, culturali e socio-istituzionali che da tale conflitto derivano, si fonda un fitto reticolo di situazioni — e di interpretazioni non convenzionali delle vicende dell’Inghilterra del secondo Cinquecento — che il romanzo di Benson intreccia in modo avvincente e appassionante.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE