Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Concreti e credibili
per parlare ai giovani

· ​In apertura delle giornate dei salesiani presentato un testo di Papa Francesco ·

«Non c’è bisogno di consacrati che dicano ai giovani cosa fare della loro vita, per dirgli cosa va bene e cosa no. C’è bisogno che, guardandoci negli occhi, possano dire: è vero, quello che dicono è vero. Si deve vedere la felicità, la gioia, in modo che possano credere a ciò che gli diciamo, a ciò di cui gli parliamo. Questo serve per tutti noi. Testimoni con la nostra vita, crediamo nella santità nel quotidiano e lo dimostriamo»: parole del reverendo Ángel Fernández Artime, rettore maggiore della Società salesiana di san Giovanni Bosco, che, alle Giornate di spiritualità della famiglia salesiana (in corso di svolgimento dal 10 al 13 gennaio a Torino) ha invitato tutti appunto a ricercare la santità nel quotidiano, a essere testimoni di santità per gli altri, in particolare per i giovani. Proprio come recita il messaggio della Strenna 2019: «“Perché la mia gioia sia in voi” (Giovanni, 15, 11). La santità anche per te».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE