Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Conclusa la riunione
del Consiglio di cardinali

È stata dedicata alla rilettura della bozza della nuova Costituzione apostolica della Curia romana la maggior parte dei lavori della ventiquattresima riunione di Papa Francesco con il Consiglio di cardinali, svoltasi per tre giorni a partire da lunedì 23 aprile. Al termine della stesura del documento, che richiederà ancora un po’ di tempo, i porporati approveranno il testo da consegnare al Pontefice per le sue ulteriori consultazioni e per l’approvazione finale. Lo ha riferito nella tarda mattinata di mercoledì 25 il direttore della Sala stampa della Santa Sede, Greg Burke, nel corso di un briefing con i giornalisti accreditati. Alle sessioni — svoltesi dalle 9 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19 — erano presenti tutti i membri tranne il cardinale George Pell; mentre il cardinale Reinhard Marx è stato assente lunedì e il Pontefice non ha partecipato la mattina di mercoledì per l’udienza generale.

Tra i vari temi che andranno a formare la nuova Costituzione apostolica, molti dei quali sono stati già ampiamente affrontati nelle precedenti sessioni, ne sono stati evidenziati alcuni di particolare importanza: la Curia romana al servizio del Santo Padre e delle Chiese particolari; il carattere pastorale delle attività curiali; l’istituzione e il funzionamento della Terza sezione della Segreteria di Stato; l’annuncio del Vangelo e lo spirito missionario come prospettiva che caratterizza l’attività di tutta la Curia.

Il cardinale Sean Patrick O’Malley ha aggiornato i partecipanti al consiglio circa i numerosi sforzi che vengono compiuti in tutto il mondo per la protezione dei minori e degli adulti vulnerabili. Nel corso della recente assemblea plenaria, la Pontificia commissione per la tutela dei minori ha ascoltato le testimonianze dei membri appena nominati, provenienti dal Brasile, dall’Etiopia, dall’Australia e dall’Italia. Inoltre, ha accolto un gruppo del Regno Unito, il “Survivor Advisory Panel”. Il porporato ha evidenziato l’impegno profuso e la grande competenza dei membri della commissione che rappresentano molto bene la varietà delle culture del mondo. Ha inoltre ribadito la priorità di dover partire dal vissuto delle persone, continuando il lavoro di ascolto delle vittime e accogliendo le loro esperienze.

I cardinali hanno ascoltato monsignor Lucio Adrian Ruiz, segretario della Segreteria per la comunicazione, che ha aggiornato il Consiglio sullo stato attuale della riforma del sistema comunicativo vaticano.

La prossima riunione del consiglio avrà luogo nei giorni 11, 12 e 13 giugno prossimi.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE