Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Insieme per salvare i cristiani dell’Iraq

· In preparazione un incontro di tutti i patriarchi d’Oriente ·

Le Chiese d’Oriente si stanno organizzando per denunciare, a un’unica voce, le azioni del neo-proclamato califfato islamico in Iraq. E per chiedere al mondo, ma soprattutto ai responsabili religiosi musulmani di condannarne con coraggio i crimini. È quanto annuncia il sito in rete Terrasanta.net in un servizio sulla drammatica condizione dei cristiani di Mosul. «Stiamo lavorando — ha dichiarato Ignatius Aphrem ii, patriarca della Chiesa siro-ortodossa, che conta molti fedeli tra Siria e Iraq — per organizzare un incontro con tutti i nostri fratelli patriarchi d’Oriente. Un incontro per discutere tra noi e prendere decisioni rispetto a quello che è avvenuto a Mosul e che sta avvenendo in Oriente. Creeremo una delegazione dei cristiani d’Oriente che vada alle Nazioni Unite e presenti le nostre ragioni lì e ovunque lo ritenga necessario».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 gennaio 2020

NOTIZIE CORRELATE