Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Dobbiamo sempre
essere preparati

· All’Angelus la parabola delle dieci vergini ·

Jorge Cocco Santangelo, «Le dieci vergini»

«L’olio è il simbolo della carità che alimenta, rende feconda e credibile la luce della fede»: lo ha spiegato Papa Francesco commentando la parabola delle dieci vergini all’Angelus domenicale del 12 novembre in piazza San Pietro. Nel sottolineare il significato del racconto evangelico — occorre prepararsi all’incontro con “lo sposo” senza «aspettare l’ultimo momento della nostra vita per collaborare con la grazia di Dio» — il Pontefice ha rimarcato che la «condizione per essere pronti all’incontro con il Signore non è soltanto la fede, ma una vita cristiana ricca di amore». Se infatti «ci lasciamo guidare da ciò che ci appare più comodo, dalla ricerca dei nostri interessi, la nostra vita diventa sterile» e «non accumuliamo nessuna scorta di olio per la lampada della nostra fede». Se invece «siamo vigilanti e cerchiamo di compiere il bene, con gesti di amore, di condivisione, di servizio al prossimo in difficoltà, possiamo restare tranquilli mentre attendiamo la venuta dello sposo».

L’Angelus del Papa

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE