Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

In preghiera per l’Oriente cristiano

· Ai Santi Apostoli la novena dell’Immacolata presieduta dal cardinale Leonardo Sandri ·

«Theotokos» (vi secolo, arazzo copto)

Una preghiera per tutte le Chiese orientali, molte delle quali nella «propria patria subiscono terribili afflizioni», e per gli studenti, i seminaristi, i sacerdoti e le religiose, degli otto collegi orientali di Roma e per il Pontificio Istituto. È stata elevata dal cardinale Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese orientali, nel corso della tradizionale novena dell’Immacolata Concezione, svoltasi nella basilica romana dei Santi dodici apostoli, venerdì 2 dicembre. Alla celebrazione erano presenti sacerdoti, religiosi e religiose, seminaristi e laici delle Chiese orientali cattoliche presenti a Roma per un triplice anniversario: il centenario di fondazione del dicastero e del Pontificio Istituto orientale, e il cinquantesimo di ordinazione del cardinale Sandri.

«Con l’animo di Maria — ha detto il porporato — siamo consapevoli di essere custodi e portatori di un tesoro in vasi di creta, ma lo portiamo con gioia e fiducia nel Signore volendo essere ogni giorni collaboratori della vostra gioia». Le parole di Isaia, ha aggiunto, siano un auspicio di pace per il mondo intero, e in particolare «per l’amato Medio Oriente, per l’Ucraina, e tutti i popoli e le Chiese seguiti dalla Congregazione orientale». 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE