Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Con il coraggio
della misericordia

· L’esperienza dei giovani di Taizé a Cracovia ·

«Il coraggio della misericordia per costruire amicizia e fratellanza»: con questo sentimento i giovani della comunità ecumenica di Taizé hanno preso parte alla giornata mondiale della gioventù (gmg) conclusasi domenica scorsa a Cracovia, in Polonia. È quanto aveva chiesto fratel Alois, priore della comunità, ai suoi giovani prima di partire. 

«Il Papa sa — ha dichiarato all’agenzia Ecclesia, il priore — che tutto questo valore di compassione che c’è nei giovani e che molto spesso non si trova nella vita quotidiana, va verso gli altri. È questo ciò che vuole».
Il priore della comunità ecumenica con sede in Francia, meta ogni anno di migliaia di giovani cristiani provenienti da tutto il mondo, ha particolarmente apprezzato le parole pronunciate da Papa Francesco a Cracovia. «Il Santo Padre — ha sottolineato fratel Alois — vuole che i giovani camminino a testa alta e che siano consapevoli di poter dare qualcosa agli altri».

Secondo il priore, la misericordia come tema centrale per la giornata mondiale della gioventù, è stata una scelta «fondamentale in questo particolare momento. In una società che diventa sempre più tecnologica — c’è sempre più bisogno di questi valori umani per evitare di vivere in un mondo freddo».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE