Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Con gli occhi della fede

· ​Celebrati nella basilica vaticana i funerali del cardinale Georges Cottier ·

Papa Francesco ha presieduto, nella mattina di sabato 2 aprile, all’altare della Cattedra della basilica vaticana, il rito dell’ultima commendatio e della valedictio al termine delle esequie del cardinale domenicano svizzero Georges Marie Martin Cottier, teologo emerito della Casa pontificia, morto giovedì 31 marzo. La messa funebre è stata celebrata dal cardinale decano Angelo Sodano, il quale all’omelia ha ricordato che “egli fu un teologo che procedeva «come se vedesse l’invisibile», come la lettera agli Ebrei parla di Mosè nel suo peregrinare nel deserto (11, 27)”. Inoltre, ha proseguito il decano, Cottier “fu un cantore della fede del cristiano, che tutto esamina «con gli occhi della fede», «avec les yeux de la foi», come egli amava dire”. Certo, ha osservato il celebrante, “come grande teologo tomista, egli riconosceva pure il valore della ragione umana ed anzi sovente amava ripetere il paragone usato dal Papa Giovanni Paolo ii nell’Enciclica Fides et ratio, che diceva: «Fede e ragione sono come le due ali con le quali lo spirito umano s’innalza verso la contemplazione della verità». Mi è caro ricordare queste parole proprio oggi 2 aprile, undicesimo anniversario della santa morte del Papa Giovanni Paolo ii”. E “in questa linea Cottier – ha concluso il cardinale Sodano – insegnò la teologia in varie cattedre universitarie e per quindici anni fu anche teologo della Casa Pontificia. Il servizio che egli rese alla Chiesa fu davvero grande”. Da qui l'auspicio che “Egli insegni anche a noi ad essere testimoni nel mondo d’oggi che Cristo è sempre via, verità e vita”.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE