Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Al servizio del Papa e della Chiesa con fedeltà e discrezione

· Celebrata in Vaticano la festa della Gendarmeria ·

La partecipazione alla messa celebrata da Papa Francesco sabato mattina, 27 settembre, nella cappella del palazzo del Governatorato dedicata a Maria Madre della famiglia, è stato il momento centrale delle manifestazioni organizzate dal Corpo della Gendarmeria dello Stato della Città del Vaticano in occasione della festa del patrono san Michele arcangelo.

Il primo momento si era svolto nel pomeriggio precedente, nel Giardino quadrato dei Musei vaticani, dove il cardinale Bertello ha voluto ringraziare la Gendarmeria per l’attento lavoro svolto quotidianamente con professionalità e fedeltà. Quindi l’arcivescovo Angelo Becciu, sostituto della Segreteria di Stato, ha letto un messaggio attraverso il quale Papa Francesco esprime particolare affetto ai gendarmi «rinnovando sentimenti di profonda gratitudine per il loro fedele e generoso servizio svolto con discrezione, professionalità e tanto amore alla Chiesa e al Papa». Il Pontefice conclude esortando i «cari Gendarmi» a confidare «sempre nella bontà e nella fedeltà del Signore che sempre ci è accanto e mai ci tradisce».

In apertura di serata il comandante Domenico Giani ha ricordato il servizio reso da tutto il Corpo della Gendarmeria con una sempre più affinata professionalità, ma soprattutto con amore e devozione per la Chiesa e per il Papa, e con una particolare attenzione al dialogo con tutte le altre forze di polizia e di intelligence internazionali, per assicurare quel clima di serenità necessario alla missione del vescovo di Roma in ogni parte del mondo. Nello stesso tempo ha confermato analogo impegno «a dare un grande contributo per un sostegno strategico al dialogo fra le religioni per contrastare le varie forme di estremismo violento e sostenere una serena coesistenza internazionale». (mario ponzi)

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

08 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE