Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Comunità religiose
e libertà d’opinione

· ​Forum del Consiglio ecumenico delle Chiese dopo gli attacchi a Parigi ·

Un’attenta e approfondita riflessione sul tema della libertà d’opinione e sul ruolo delle comunità di fede nell’attuale società multiculturale è stata promossa dal Consiglio ecumenico delle Chiese (Cec) a pochi giorni dai tragici attacchi terroristici compiuti a Parigi contro il giornale «Charlie Hebdo» e un supermercato ebraico.

Tutti i partecipanti al forum, svoltosi a Ginevra, hanno espresso una netta condanna della violenza e del terrorismo. Ma hanno anche rilevato la necessità di porre particolare attenzione al rischio che, nel nome della libertà di espressione, possano essere alimentate tensioni interreligiose e sostenuti stereotipi che non fanno altro che diffondere la paura dell’altro più che il desiderio di conoscenza e comprensione delle diversità.

In merito agli attentati di Parigi, il vice segretario generale del Cec, Georges Lemopoulos, ha detto che il Consiglio ecumenico delle Chiese respinge con fermezza e condanna ogni giustificazione religiosa della violenza. «Assieme a tutti gli uomini di vera fede e di buona volontà, preghiamo per le vittime e le loro famiglie, affinché i responsabili siano assicurati alla giustizia e l’ideologia estremista che ha ispirato questo attacco venga spenta».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

10 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE