Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Compleanno romano per Amadeus

· Trionfo di Cecilia Bartoli e Antonio Pappano ·

La mezzo soprano Cecilia Bartoli

Sarebbe piaciuto a Mozart, nato a Salisburgo il 27 gennaio 1756, il concerto romano — perfetto nella scelta dei brani e davvero emozionante — organizzato per il suo compleanno dall’Accademia nazionale di Santa Cecilia. Con due protagonisti straordinari, Cecilia Bartoli e il direttore Antonio Pappano, che hanno interpretato un programma sacro e profano insieme all’orchestra e al coro dell’accademia diretto da Ciro Visco. Tra le composizioni eseguite, l’Exsultate, jubilate scritto a Milano nel 1773 e chiuso da un Alleluja reso prodigiosamente dal mezzosoprano, il celeberrimo e struggente Ave verum corpus del 1791, l’anno della morte, e il quarto movimento della sinfonia Jupiter, che ha concluso in modo trionfale la celebrazione mozartiana, arricchita da generosi bis concessi dai due grandi artisti. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

06 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE