Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Compito a casa

· ​I genitori chiamati a custodire la fede dei battezzati ·

Il compito dei genitori è «custodire la fede» dei figli, «farla crescere» e trasformarla in «testimonianza per tutti gli altri». Lo ha ricordato Papa Francesco domenica mattina, 8 gennaio, all’omelia della messa durante la quale ha battezzato un gruppo di ventotto neonati nella cappella Sistina.

«È incominciato il concerto!» ha scherzato Papa Francesco quando i vagiti dei neonati — quindici maschi e tredici femmine — sono risuonati sotto le volte della Sistina. E proprio le voci dei bambini hanno offerto al Pontefice l’occasione per ricordare che anche «la prima predica di Gesù nella stalla è stata un pianto». E per invitare le mamme a dar loro da mangiare «senza paura, con tutta normalità, come la Madonna allattava Gesù».

Accompagnati da genitori (che lavorano presso dicasteri, uffici e organismi vaticani), padrini, madrine e da un gruppo di parenti, i piccoli Cecilia Aloisi,

Melissa Benedetta Antonucci, Mariasole Arcaini, Isabel Astiaso Garcia, Gaja Chiara Bartozzi, Filippo Cairola, Alessandro Calanchi, Alissia Capanna, Tommaso Cara, Hilary Cinalli, Gregorio Pio Charbel Michele Ciociola, Federico Decembrini, Francesco De Giorgio, Cecilia Maria Letizia Ferranti, Gabriele Francesco Forino Procacci,

Sara Komarowski, Elisa Lucantoni, Massimiliano Rodrigo Martínez Vásquez, Mattia Charbel Mekary, Francesco Menichelli, Alessandra Moneta, Aurora Anna Paolone, Paolo Piccari, Francesco Picerno, Elena Pompili, Enea Rubino, Leo Maria Giuseppe Vari e Adriano Francesco Vella hanno ricevuto il sacramento dell’iniziazione cristiana dalle mani del Papa. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE