Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Fratelli
a nord e a sud

· Cattolici statunitensi in preghiera con il Papa ·

«Il mondo è così spesso diviso dalla cultura, dalle condizioni economiche, dalla politica e dalle barriere». Tuttavia, «il messaggio del Papa è che la nostra fede, la nostra preghiera e il nostro amore per Gesù sono più grandi di ciò che può dividerci».

L’attesa del Papa al confine con il Messico

Lo afferma il presidente dell’episcopato statunitense, l’arcivescovo di Louisville, Joseph Edward Kurtz, in una dichiarazione diffusa alla vigilia della visita che il Pontefice compie in queste ore a Ciudad Juarez, al confine tra Messico e Stati Uniti, drammatico crocevia della gigantesca ondata migratoria che coinvolge l’intero continente americano. Il presule, che ha assicurato la sua presenza tra le centinaia di fedeli statunitensi che seguiranno la celebrazione del Papa da El Paso, lungo la linea di confine tra i due Paesi, ha invitato i cattolici a pregare insieme come «una sola Chiesa».

Il Papa, ha rimarcato monsignor Kurtz, «ci sta chiedendo di vedere i nostri fratelli e le nostre sorelle, a nord e a sud, come compagni nel pellegrinaggio verso Cristo. Ricorderemo questa profonda unità e questo senso di solidarietà in modo speciale quando il Papa verrà al confine per pregare per quanti vi sono morti».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE