Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Come
una bussola

· «Placuit Deo» e la salvezza integrale ·

Soichi Watanabe «Non ti farai idolo» (2004)

L’adagio caro cardo salutis è il refrain che ha martellato la memoria nel leggere Placuit Deo, la lettera indirizzata dalla Congregazione per la dottrina della fede ai vescovi della Chiesa cattolica: «La carne è il cardine della salvezza». Motivata a giusta ragione dalle due tendenze contemporanee del neo-pelagianesimo e del neo-gnosticismo, la lettera assume non un risvolto di stampo meramente apologetico ma evangelico nel senso più propositivo del termine. Tra il polo della prima tendenza che vede la salvezza come generata da se stessi (il neo-pelagianesimo) e quello che la interiorizza sino al disprezzo strumentale del corpo (il neo-gnosticismo), Placuit Deo è una guida che conduce all’evangelo nella sua essenzialità. Come una sorta di bussola contro le derive salvifiche del mondo contemporaneo, la lettera orienta verso quattro punti cardinali della visione dell’uomo e di Dio nel mondo contemporaneo: l’evangelo, la grazia, il corpo e il disegno.

Ad articolare i quattro vettori che abbiamo evidenziato è lo Spirito di Cristo: non uno spirito muto o di divinazione (cfr. 1 Corinzi, 12, 2), ma lo Spirito di Cristo (cfr. 1 Pietro, 1, 11) che Dio effonde nel cuore dei credenti. Di fatto mediante lo Spirito l’evangelo diventa potenza di Dio, la grazia assume il primato nella vita ministeriale della Chiesa, il corpo di Cristo è trasformato, e il disegno di Dio tende verso il suo compimento. L’augurio più vivo è che una lettera così incisiva sia affidata ai vescovi della Chiesa cattolica per raggiungere tutti i credenti in Gesù Cristo, il Signore nostro.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE