Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Come essere
«Chiesa dalle genti»

· ​Avviata nell’arcidiocesi di Milano la fase della ricezione del sinodo minore ·

«Il sinodo minore si conclude, ma il movimento di riforma che ha promosso deve continuare. Riconoscere la diocesi ambrosiana come Chiesa dalle genti è il nostro modo di vivere e consegnare alle nuove generazioni quella tradizione di fede che ci fa vivere, che ci ha fatto conoscere e incontrare Dio come il Padre di Gesù Cristo e il Padre nostro; quel Padre grazie al quale sperimentiamo una nuova fraternità, più forte della carne e del sangue, generata dal suo Spirito, che ci riempie di gioia e ci permette di trasformare in modo nuovo il quotidiano e la storia che viviamo». È uno dei passaggi finali del documento Le ragioni di un sinodo, diffuso dall’arcidiocesi di Milano. Ieri pomeriggio infatti, in Duomo, durante la celebrazione eucaristica vigiliare della festività della presentazione del Signore al tempio, l’arcivescovo Mario Delpini ha promulgato con un decreto il sinodo minore «Chiesa dalle genti, responsabilità e prospettive» — i cui lavori si sono conclusi il 3 novembre 2018 — corredandolo di una lettera introduttiva intitolata Ti mostrerò la promessa sposa, la sposa dell’Agnello, al fine di richiamare la prospettiva teologica e contemplativa a partire dalla quale rileggere il cammino fatto.

Il testo del decreto e la lettera che ne spiega i motivi teologici sono accompagnati da altri due documenti: Le ragioni di un sinodo, appunto, che riprende il documento finale approvato dall’assemblea sinodale il 3 novembre 2018, e gli Orientamenti e norme per l’attuazione del decreto stesso. Con questo atto si conclude il percorso ecclesiale aperto da monsignor Delpini il 27 novembre 2017. Le nuove costituzioni entreranno in vigore il 1° aprile 2019.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE