Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Escalation di violenze in Ucraina

· Liberati i quattro osservatori dell’Osce ·

Parte di una granata da mortaio a Slovyansk (La Presse/Ap)

Nuova escalation nei combattimenti tra esercito e ribelli nell’est dell’Ucraina, dove i militari di Kiev hanno attaccato con caccia e missili le roccheforti filorusse di Slavyansk e Kramatorsk. I miliziani hanno risposto abbattendo un elicottero per il trasporto truppe nei cieli di Slavyansk: a bordo c’erano quattordici militari ucraini, tra cui il generale Volodymyr Kulchytskiy. Si tratta di una delle perdite più pesanti in due mesi di tensioni nell’est. Intanto, i miliziani filorussi della regione orientale di Lugansk hanno annunciato stamane la liberazione di quattro osservatori dell’Osce rapiti giovedì.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

11 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE