Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Combattimenti
nello Yemen

· Tra forze governative e jihadisti ·

All’indomani della vasta operazione che ha come obiettivo di liberare dai terroristi tutte le aree del sud dello Yemen, le forze armate governative fedeli al presidente, Abd Rabbo Mansour Hadi, stanno avanzando oggi nella zona di Wadi Al Masini, nella regione meridionale dell’Hadramaut, in mano alle milizie armate di Al Qaeda nella penisola arabica (Aqap). Secondo quanto riferito dal portavoce delle forze governative, Hesham Al Jabri, le truppe dell’esercito, sostenute da un’alleanza militare guidata dai sauditi, sono entrate nella roccaforte di Al Qaeda nella regione, un’area vicino alla fascia costiera dell’Hadramaut. «Il nascondiglio dell’organizzazione è stato eliminato e le forze del governo hanno liberato il 70 per cento dell’Hadramaut dagli elementi terroristici», ha dichiarato Al Jabri all’agenzia di stampa Dpa, aggiungendo che un numero imprecisato di miliziani di Aqap sono stati uccisi nell’attacco governativo. Fonti locali parlano di almeno 27 morti tra militari governativi e jihadisti. Intanto, il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato la nomina di Martin Griffiths come nuovo inviato dell’Onu nello Yemen, paese martoriato da quasi tre anni di sanguinosa guerra civile, che ha provocato migliaia di vittime e rifugiati e alcune fra le peggiori epidemie di colera al mondo. Oltre l’80 per cento della popolazione non ha accesso a cibo, carburante, acqua potabile e ai servizi sanitari di base.

Fonti dell’Ufficio umanitario delle Nazioni Unite indicano che la crisi umanitaria nello Yemen continuerà a essere la peggiore al mondo nel 2018. Secondo un recente rapporto del World Food Program, più di 20 milioni di persone hanno necessità di aiuti umanitari.. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE