Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Colombia
alla sfida del voto

· ​Prime elezioni dopo l’accordo di pace ·

Palazzo presidenziale  Casa de Narino a Bogotá (Afp)

I colombiani affrontano domani, domenica 27 maggio, il primo turno delle elezioni presidenziali in un contesto politico difficile, segnato dalla faticosa implementazione dell’accordo di pace con la guerriglia delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc) e le sue conseguenze, l’aumento della corruzione e la necessità di nuove riforme economiche. Per la prima volta gli ex ribelli si presenteranno con un proprio partito politico — misura disposta dall'accordo di pace — con il nome di Forza alternativa rivoluzionaria del comune (mantenendo quindi il medesimo acronimo Farc).

La firma dell’accordo di pace con le Farc, nel 2016, ha posto fine a mezzo secolo di conflitto armato interno e ha reso possibile il disarmo di circa settemila guerriglieri, ma la pace è ancora lontana, soprattutto in alcune regioni rurali del paese. Almeno mille dissidenti delle Farc non hanno accettato gli accordi, così come altre organizzazioni armate legate alla criminalità organizzata li ignorano. Inoltre, le trattative di pace con l’Esercito di liberazione nazionale (Eln), altro grande gruppo armato colombiano, sono ancora in corso. Il favorito dai sondaggi per il voto è Ivan Duque, del Centro democratico (il partito conservatore dell’ex presidente Álvaro Uribe). Dovrebbe ottenere circa il quaranta per cento dei voti domenica, a una decina di punti dal suo principale rivale, Gustavo Petro, della sinistra. Si andrà dunque probabilmente al ballottaggio. La data del possibile ballottaggio è fissata per il 17 giugno.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE