Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Colloquio tra Lavrov e Kerry
sulla crisi in Ucraina

· Sì di Mosca alla missione Osce ma non in Crimea ·

Kiev, 22. Il ministro degli Esteri russo, Serghiei Lavrov, e il segretario di Stato americano, John Kerry, hanno in programma di incontrarsi oggi all’Aja, dove lunedì inizierà un summit internazionale sulla sicurezza nucleare. Lo rende noto il ministero degli Esteri russo, ricordando che i due hanno concordato di rimanere in contatto sulla crisi ucraina, per discutere le vie per una soluzione della crisi internazionale.

Ieri, però, il leader del Cremlino, Vladimir Putin, affiancato dai presidenti della Duma e del Senato, ha promulgato l’annessione della Repubblica di Crimea e del porto di Sebastopoli alla Russia. Oggi Mosca ha espresso inoltre l’auspicio che la missione di osservatori Osce (Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa) in Ucraina abbia successo, sottolineando però che gli osservatori non potranno entrare in Crimea.

Mosca, che nei giorni scorsi per tre volte aveva bloccato l’invio degli osservatori Osce, ha cambiato idea dopo che il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, ha convinto Putin a sostenere la missione. Ban Ki-moon ieri a Kiev ha incontrato il presidente ucraino ad interim, Oleksandr Turcinov, auspicando la costituzione di una commissione internazionale che potrebbe essere la soluzione migliore per risolvere la crisi.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

05 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE