Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Annunciati colloqui all’Avana tra Cuba e Stati Uniti

· Dopo il disgelo nelle relazioni bilaterali ·

Un alto rappresentante di Washington sarà all'Avana fra il 21 e il 22 gennaio per colloqui sulla ripresa dei rapporti diplomatici fra Stati Uniti e Cuba.

Roberta Jacobson, assistente segretario di Stato per l'Emisfero occidentale, parteciperà ai colloqui - già previsti - sui migranti fra i due Paesi. Ma nell'occasione inizierà a gettare le basi per la ripresa dei rapporti diplomatici anticipata dai presidenti Barack Obama e Raúl Castro.

Inoltre, la portavoce del dipartimento di Stato, Jen Psaki, ha confermato la liberazione di alcuni pri gionieri politici a Cuba. Almeno trentacinque detenuti sono stati scarcerati nelle ultime 48 ore. La notizia era stata diffusa da Elizardo Sánchez, presidente della commissione cubana per i diritti dell'uomo. L'Avana si è impegnata con Washington a rimettere in libertà cinquantatré persone.

È stata nel frattempo smentita la convocazione di una conferenza stampa per oggi all'Avana. L'appuntamento era stato collegato da alcuni media al possibile annuncio del decesso dell'ex presidente Fidel Castro, che non appare in pubblico ormai da un anno, dopo aver ceduto il potere nel 2006.  

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE