Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Colloqui a Ginevra
sulla crisi yemenita

· Annunciati da Ban Ki-moon ·

Prenderanno il via fra una settimana, giovedì 28 maggio, a Ginevra la prima tornata di colloqui sotto l’egida delle Nazioni Unite per cercare una soluzione politica alla crisi in corso nello Yemen. Lo ha annunciato ieri sera il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon in un comunicato.

L’auspicio di Ban Ki-moon è che i colloqui di Ginevra possano «aiutare lo Yemen a rilanciare il processo politico, ridurre i livelli di violenza e alleviare la situazione umanitaria intollerabile». I colloqui di pace mediati dalle Nazioni Unite per lo Yemen si sono interrotti con l’avanzata dei miliziani sciiti huthi, che lo scorso 21 settembre hanno conquistato la capitale Sana’a. Il Consiglio di sicurezza, che ha tenuto ieri una riunione a porte chiuse sulla crisi nello Yemen, ha apprezzato la convocazione della conferenza di Ginevra rivolgendo un appello «a tutte le parti yemenite in conflitto a partecipare senza precondizioni e in buona fede». Inoltre, il Consiglio di sicurezza ha dichiarato di «sostenere la richiesta di Ban Ki-moon di una ripresa di una tregua umanitaria». I dettagli sui negoziati appaiono però ancora molto incerti, anche alla luce della fine della tregua umanitaria della settimana scorsa e la ripresa dei combattimenti.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE