Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Cinque paesi arabi rompono le relazioni con il Qatar

· Sospesi i collegamenti aerei e chiuso il confine con l’Arabia Saudita ·

Presa di posizione senza precedenti nei confronti del Qatar. Bahrein, Arabia Saudita, Egitto ed Emirati Arabi hanno interrotto le relazioni diplomatiche con il vicino, che accusano di sostenere organizzazioni terroristiche. Sono stati subito seguiti dallo Yemen. Doha ha risposto che si tratta di «misure ingiustificate e basate su affermazioni e accuse che non hanno basi concrete». Da sempre il Qatar ammette di sostenere alcuni movimenti islamici, ma nega collusioni con il terrorismo.

Un velivolo della Qatar Airways (Ap)

Sullo sfondo, c’è il ruolo dell’emittente Al Jazeera, accusata di incitare i terroristi, ma anche le dichiarazioni dell’emiro del Qatar, Tamim bin Hamad al Thani sull’Iran e su Israele, che però Doha sostiene siano stati frutto di un attacco hacker, e non scritti da rappresentanti del governo. La decisione, a breve, significa l’abbandono dell’impegno delle forze qatariote nello Yemen, nell’ambito della coalizione che combatte i ribelli sciiti. E, alla lunga, potrebbe mettere seriamente in difficoltà l’emirato nell’organizzazione dei Mondiali di calcio del 2022. È scattata l’interruzione immediata degli spostamenti via terra. E la chiusura del confine con l’Arabia Saudita significa isolare di fatto Doha: il paese è collegato via terra con il resto della Penisola araba solo attraverso la frontiera con l’Arabia Saudita. C’è poi l’interdizione della via aerea. I paesi del Golfo hanno chiuso lo spazio aereo al vettore del Qatar. Per prima Etihad Airways, la linea di Abu Dhabi, ha annunciato che sospenderà i voli da martedì 6 giugno e «fino a nuovo ordine». È scattato anche il richiamo degli ambasciatori. Gli Emirati Arabi e il Bahrein hanno annunciato il ritiro dei diplomatici e hanno chiesto ai diplomatici qatarioti di lasciare il paese entro 48 ore. Arabia, Emirati e Bahrein hanno anche decretato l’espulsione dei cittadini qatarini che hanno 14 giorni per tornare in patria. Abu Dhabi accusa Doha di «sostenere, finanziare e abbracciare terrorismo, estremismo e organizzazioni settarie».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE