Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Cinquantamila bambini somali
rischiano di morire di fame

· Denuncia di organizzazioni umanitarie mentre Ban Ki-moon sollecita maggiori sforzi internazionali ·

In Somalia oltre cinquantamila bambini sono talmente malnutriti da essere sul punto di morire. Lo denuncia un documento sottoscritto da ventidue organizzazioni umanitarie, agenzie internazionali e associazioni locali, impegnate in Somalia.

Una bambina denutrita riceve cure in un ospedale di Mogadiscio (Afp)

 Il documento è stato diffuso proprio mentre il Segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, sottolineava ieri, durante una visita nella sede a Roma della Fao, l’organizzazione dell’Onu per l’alimentazione e l’agricoltura, la necessità di intensificare gli sforzi internazionali nella lotta alla fame. Secondo Ban Ki-moon, infatti, «la fine della fame è possibile, ma bisogna fare di più». Il Segretario dell’Onu ha sottolineato che tutti hanno diritto a una adeguata nutrizione, aggiungendo che il Comitato per la sicurezza del cibo e la Fao hanno lavorato molto per raggiungere gli obiettivi dal programma chiamato Zero hunger challenge (opportunità fame zero). Nel documento delle organizzazioni che operano in Somalia si sottolinea come a distanza di tre anni dalla devastante carestia che ha colpito il Paese africano almeno tre milioni di persone subiscano ancora gli effetti della crisi. La Somalia è stata la più colpita dalla siccità del 2011 che ha coinvolto oltre 13 milioni di persone nel Corno d’Africa.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

08 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE