Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Cina e Stati Uniti rafforzano
le sanzioni a Pyongyang

· Accordo siglato a Washington ·

Cina e Stati Uniti hanno convenuto sulla necessità di un rafforzamento delle sanzioni contro la Corea del Nord, dopo che in gennaio il regime comunista di Pyongyang ha effettuato un test nucleare, seguito un mese dopo dal lancio di un missile balistico. L’accordo, annunciato dalla Casa Bianca, è giunto durante l’incontro, ieri a Washington, tra il consigliere per la Sicurezza nazionale americana, Susan Rice, e il ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, in questi giorni in visita negli Stati Uniti. La possibilità di un’intesa era già stata preannunciata qualche ora prima durante la conferenza stampa congiunta di Wang e del segretario di Stato americano, John Kerry. Cina e Stati Uniti si sono detti d’accordo sull’importanza di una risposta internazionale forte e comune alle provocazioni della Corea del Nord, inclusa una risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite che vada oltre le precedenti, spiega un comunicato diffuso dalla Casa Bianca. La bozza della risoluzione dell’Onu è stata fatta recapitare anche agli altri Paesi membri permanenti del Consiglio di sicurezza (Russia, Francia e Gran Bretagna, oltre a Stati Uniti e Cina) e presto dovrebbe essere presentata agli altri dieci membri non permanenti. La Cina è ormai l’unico alleato del regime della Corea del Nord, ma le relazioni si sono raffreddate negli ultimi anni per l’escalation bellicista.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE