Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Cimitero Mediterraneo

· ​Altri cadaveri di migranti recuperati al largo della Tunisia ·

Proseguono senza sosta le operazioni di soccorso

Una nuova, lunga scia di sangue torna a macchiare il Mediterraneo. Ieri la Guardia costiera tunisina ha recuperato, in distinte operazioni, i cadaveri di 32 migranti. 

Migranti sbarcati nel porto di Palermo (Reuters)

Le vittime, presumibilmente provenienti da Paesi della fascia subsahariana, sarebbero annegate dopo essere partite da località libiche alla volta delle coste italiane. La stessa Guardia costiera ha reso noto — secondo quanto riferiscono fonti di stampa — che le operazioni di recupero, alle quali ha partecipato anche la Protezione civile, si sono svolte al largo delle coste sud della Tunisia.

Resta intanto critica la situazione in altre zone del Mediterraneo. Nella sola giornata di ieri sono stati salvati 809 migranti. La nave svedese Poseidon, inserita nel dispositivo europeo Triton, ha soccorso un barcone con a bordo 611 migranti, tra i quali 24 donne e 58 bambini. Altri due gommoni sono invece stati recuperati da una nave della marina militare italiana e da un mercantile dirottato in zona. A bordo c'erano in tutto 198 persone, che dopo esser state recuperate sono state trasferite su due motovedette partite da Lampedusa. Nel frattempo, la polizia italiana ha identificato e arrestato a Palermo undici persone ritenute gli scafisti di diverse imbarcazioni di migranti. I reati contestati agli arrestati sono, a vario titolo, il favoreggiamento aggravato dell’immigrazione clandestina nonché omicidio volontario. Quest’ultimo reato è stato contestato a due degli arrestati. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE